Storia

sasso-cerveteri-anni 50Tutto ebbe inizio negli anni 50 nella piazza principale di un piccolo borgo, il Sasso, situato vicino Cerveteri,  quando la signora Maria decise di aprire un Osteria che divenisse punto di ritrovo di uomini e donne del Borgo.
Era appena finita la 2° guerra mondiale e l’Italia iniziava la sua rinascita, gli uomini erano alle prese con una sfida immensa che li stremava tutto il giorno e allora lei capì che avevano bisogno di un luogo fuori mondo dove ritemprare la mente e ritrovare le energie per continuare questo grande lavoro.
Così questa donna di carattere e con un grande cuore decide di dar vita a questo luogo.
Si veniva a bere un bicchiere di vino, mangiare un pezzo di formaggio, ma sopratutto a lasciare per qualche ora lontane tutte le preoccupazioni e tutte le ansie.
Con il passare degli anni il figlio della signora Maria, spinto dalla passione che animava l’Osteria decise di cavalcare il boom economico ormai fortemente presente ovunque, e con grande coraggio e sacrificio si lanciò in una nuova avventura.
Costruire un ristorante di campagna, che fosse l’evoluzione dell’ Osteria della mamma.reana-anni 70
Non fu lasciato solo in questa sfida perché la mamma Maria e la moglie Reana lo seguirono  e lo supportarono sempre.
Nasce la Trattoria Zi Maria,  dove la buona cucina e l’accoglienza continuano ad essere l’elemento principale.
Nonna Maria continua a lavorare in questo luogo fino a 90 anni, impastando tutti i giorni con amore la pasta che ogni cliente troverà quotidianamente nel proprio piatto.
Verso la fine degli anni ’90 con la scomparsa di Zi Maria e del Sor Angelo, il ristorante passa nelle mani dei figli Oreste e Patrizia , con la partecipazione della mamma Reana, a cui spetta l’importante compito, che per tanti anni è stato di Zì Maria: Fare la Pasta.

Oggi nel loro locale troviamo lo stile guida della piccola Osteria della nonna Il cui spirito  era dare un  punto di ritrovo degli abitanti della zona, ed è proprio questa continua ad essere l’ispirazione del locale il trovarsi tra persone che vogliono passare momenti felici in tranquillità , anche se solo per una pausa, ma  staccare dalla vita frenetica di tutti i giorni.
Cosa riesce a far rilassare qualcuno,  se non i ricordi felici? Spesso è il cibo di una volta a dare tali ricordi, perché per molti di noi  è legato alla memoria e quando lo  assaggiamo tali pensieri tornano alla mente e ricordiamo i tempi di quando si era giovani e spassionati, di quando si stava intorno ad un tavolo con la famiglia a festeggiare un evento.
zi maria-angeloI ricordi belli non si dimenticano mai, sono  solo accantonati nella nostra memoria, pronti ad essere ripresi ad ogni minimo accenno, perché le sensazioni belle  sono sempre pronte a venire alla luce ad ogni istante.
E l’obiettivo  di questo ristorante è proprio questo, è questa la filosofia della famiglia che da 3 generazioni accoglie e coccola i suoi clienti, con piatti che ad ogni assaggio portano la memoria a momenti felici e relax.
A questa idea del cibo come un bel momento da vivere, Oreste, il titolare, associa la sua passione per il buon bere, e lancia una sfida a questo mondo enologico, che appare sempre più elaborato, con una semplice domanda: ” Perché un grande vino va bevuto solo con un piatto elaborato e non davanti ad un bel piatto di fettuccine? “
A questa domanda non ha dato solo una risposta con le parole, ma ha fatto i fatti, creando una cantina , a disposizione del Ristorante, dove trovano posto vini di alto livello, sia della nostra regione il Lazio sia del resto d’Italia.
Ed a oggi sembra che la sua sfida è stata vinta , i clienti lo seguono e sono sempre più felici di ciò che Oreste gli propone, tanto da spingerlo a creare al fianco del ristorante un nuovo ambiente dove ha incominciato a proporre degustazioni mirate con un gran tavolo e un salottino posto tra tutti i vini che Zi Maria possiede.
In questa avventura Oreste è supportato dalla moglie Francesca, proveniente da un ambiente completamente diverso da quello di Oreste, ma stimolante per questa avventura.

Francesca si è occupata di moda dove l’estetica e l’anticipare i tempi sta contribuendo a far evolvere il locale.
Portando innovazioni a piccole dosi senza creare scossoni che potrebbero disturbare coloro che da tanti anni vengono in questo luogo, ma mostrando loro, con garbo, una nuova strada, che gli permetta di approcciare con tranquillità ad una  nuova visione della ristorazione.
Oggi entrare da ” Zi Maria ” significa varcare la soglia che dal passato ci porterà verso il futuro del  mangiare bene.